google cloud platform italiano

Servizi Google Cloud Platform: proviamo a spiegarli in italiano

Servizi Google Cloud Platform: abbiamo provato a spiegarli in un italiano comprensibile anche per i professionisti e i non addetti ai lavori.

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare dei servizi Cloud. In effetti, le grandi corporazioni del mondo del settore IT si stanno sfidando a distanza attraverso i servizi offerti. Il leader del mercato in questo momento è senza ombra di dubbio Amazon, grazie ad Amazon Web Services, una suite che viene utilizzata dalla maggior parte delle aziende e dei professionisti.

Google ha voluto rispondere allo strapotere di Amazon grazie alla Google Cloud Platform. Trovate il servizio a questo link. Tuttavia, non tutti sanno cosa comprende questa piattaforma e quali sono gli strumenti che mette a disposizione dei professionisti. Ecco quindi tutto quello che occorre sapere, in quest’articolo che spiegherà in modo semplice e preciso quali sono i servizi Google Cloud Platform.

cloud

Google Cloud Platform: i tre servizi principali

A questo punto occorre comprendere in cosa consiste Google Cloud Platform.

Come prima cosa, occorre comprendere lo scopo della piattaforma, vale a dire quello di forrnire all’utente un’esperienza completa, che possa accompagnarlo in diversi campi, dallo sviluppo dell’app all’analisi dei dati, fino all’intelligenza artificiale. In questo quadro generale, occorre considerare anche i costi del servizio, che sono abbastanza contenuti e proporzionati in base all’utilizzo che occorre fare dei diversi servizi.

Come accennato in precedenza comunque, i servizi principali di GCP sono ben specifici. Difatti Big G ha deciso di lanciare tre servizi che rappresentano una sorta di spina dorsale dell’intera piattaforma.

Google Apple Engine

Il primo servizio si chiama Google App Engine. Questo strumento può servire a coloro che hanno bisogno di maggiore istanze per riuscire a gestire le applicazioni di maggior volume.

Inoltre, questo è un servizio PaaS, vale a dire Platform-as-a-service, quindi non occorre far altro che lasciare il proprio codice e farlo gestire dalla piattaforma.

Google Compute Engine

Il secondo servizio è Google Compute Engine. Questo strumento è in grado di fornire macchine virtuali che siano completamente personalizzabili, seguendo le proprie esigenze. Si tratta di uno strumento che richiede una maggiore esperienza nel settore, anche se una volta padroneggiata al meglio è possibile gestirla con costi minori rispetto ad App Engine.

Google Kubernetes Engine

Il terzo ed ultimo servizio principale del GCP si chiama Google Kubernetes Engine. Tale servizio permette principalmente di gestire ed orchestrare dei cluster Kubernetes che siano in larga scala. Uno strumento ottimale ma ancora una volta rivolto solo a chi ha conoscenze del settore.

Gli altri componenti del cloud Google: quali sono i più interessanti?

Ci sono anche altri componenti molto interessanti di Google Cloud Platform: anche questi cerchiamo di spiegarli in italiano.

Google Container Build

A questi tre servizi principali, seguono una serie di componenti e strumenti che fanno parte della suite e possono essere utilizzati nei modi più disparati. Ad esempio, per coloro che sono sviluppatori o devono testare una determinata applicazione c’è Google Container Build. Questo strumento è molto utile perché oltre ad essere compatibile con i Kubernetes di Google, permette di testare il proprio codice in modo locale.

BigQuery

Un altro strumento molto interessante di Google Cloud Platform è BigQuery. Questo elemento è essenziale per coloro che si occupano di analytics e devono analizzare i cosiddetti Big Data. Questo strumento ha un’enorme potenzialità e riesce ad analizzare fino a 1 Terabyte di dati.

Cloud Dataflow

Allo stesso tempo, c’è lo strumento Cloud Dataflow, capace di creare una pipeline di dati in tempo reale oppure archiviata. Chi vuole invece avere una grossa mano con l’intelligenza artificiale può puntare su Google Cloud AI. Questo strumento si rivolge a clienti che abbiano avanzate capacità nel creare propri modelli personalizzati di intelligenza artificiale che possano dare grossi risultati in svariati settori di applicazione.

Google Cloud Dedicated Interconnect

Infine, per effettuare il collegamento tra cloud privati e Google Cloud Platform è possibile usufruire di Google Cloud Dedicated Interconnect, un sistema capace di creare questa connessione con una capacità di trasmissione che può arrivare fino a 80 GPS.

Come puoi sfruttare le potenzialità del cloud?

Ci sono diverse funzionalità del cloud di Google che sono rivolte principalmente ad un pubblico di professionisti con livello avanzato. Cosa devi fare se vuoi sfruttare tali opportunità ma non disponi dei mezzi necessari? La risposta è semplice, puoi affidarti a noi per ottenere una consulenza al riguardo. Riusciremo a trovare la soluzione ottimale per le tue caratteristiche e fornirti proprio ciò che ti serve. In questo modo potrai ottenere il meglio di Google Cloud Platform e vedere i vantaggi economici e non solo che ha sulla tua attività commerciale.

 

Condividi questo articolo!

5g: così l’Italia crea la sua infrastruttura per le Smart City
Progetti Smart City in Italia: le 3 città più avanzate
Menu