caratteristiche agile

Le caratteristiche e i passaggi del Project Management Agile

Se hai un progetto da realizzare ti interesserà conoscere le caratteristiche del Project Management per le collaborazione in chiave Agile.

I progetti Agile stanno prendendo piede sempre di più nel panorama internazionale e nazionale ed è più che mai necessario conoscere come si sviluppano.

Quando si intraprende un progetto aziendale, è possibile lavorare in team utilizzando il metodo Agile per completare il lavoro più velocemente, per allinearsi rapidamente con i requisiti del progetto e ottimizzare il flusso di lavoro previsto.

collaborazione

Cosa si intende per gestione agile?

La gestione agile è un approccio iterativo alla gestione del progetto  che si concentra sulla scomposizione di grandi progetti in attività più gestibili, che vengono completate in brevi iterazioni durante il ciclo di vita del progetto. I team che adottano la metodologia Agile sono in grado di completare il lavoro più velocemente, adattarsi ai mutevoli requisiti del progetto e ottimizzare il proprio flusso di lavoro.

A chi è rivolta la gestione dei progetti Agile?

Inizialmente i progetti con approccio Agile erano rivolti solo alle aziende di sviluppo software. Negli ultimi tempi anche marketer, università, militari e industria automobilistica stanno esaminando questa metodologia.

Nel mondo dell’informatica, i progetti mirati a sviluppare tecnologie esistenti possono prendere direzioni diverse nel corso del tempo. Il metodo Agile permette di attenuare le ambiguità a causa della sua flessibilità e permette di ottenere il massimo da un progetto che muta in corso d’opera.

Le 4 caratteristiche fondamentali di Agile

Ecco un riassunto delle 4 caratteristiche fondamentali di Agile:

  1. Individui e interazioni sono fondamentali: l’elemento umano risulta sempre più importante rispetto ai processi e agli strumenti in quanto più adatto ad adattarsi a diverse circostanze
  2. Ottenere un software funzionante è più importante di una documentazione completa: Per quanto la documentazione abbia il su perché, il software funzionante lo è di più
  3. Coinvolgimento del cliente continua: il loro coinvolgimento durante tutto il processo può aiutare a garantire che il prodotto finale soddisfi le loro esigenze in modo più efficace
  4. Riadattamento continuo: rispondere al cambiamento piuttosto che seguire il piano prefissato permette di procedere con maggiore efficacia.

I 6 passaggi della metodologia Agile 

L’obiettivo di Agile è produrre cicli di sviluppo più brevi e rilasci di prodotti più frequenti rispetto alla tradizionale gestione dei progetti a cascata . Questo lasso di tempo più breve consente ai team di progetto di reagire ai cambiamenti nelle esigenze del cliente in modo più efficace.

Ogni progetto Agile seguirà lo stesso processo di base, che include:

1. Pianificazione del progetto

La prima mossa è comprendere l’obiettivo finale, il valore per l’organizzazione o il cliente e come verrà raggiunto dal team.

Per non cadere nelle criticità di un progetto tradizionale, è consigliabile non sviluppare subito il progetto in questa fase. I progetti Agile infatti sono pensati proprio per essere in grado di affrontare le modifiche e le aggiunte al progetto. L’ambito del progetto deve essere visto quindi dall’inizio come immutabile.

2. Creazione della roadmap del prodotto

La seconda fase consiste nella creazione di un piano, una roadmap che contenga l’elenco delle caratteristiche che costituiranno il prodotto finale.

A questo punto è necessario sviluppare anche il backlog, che consiste nell’elenco di tutte le funzionalità che andranno a costituire il prodotto finale. Gli sprint (i cicli brevi) pianificati andranno a prendere le attività da questo backlog.

3. Pianificazione del rilascio

Pianificazione degli sprint, ovvero l’elenco dei cicli brevi che andranno a comporre tutto il progetto.

Prima dell’inizio del progetto è necessario fare un piano per le diverse versioni delle funzionalità. All’inizio di ogni sprint si rivaluterà il piano di rilascio per quella funzionalità.

4. Pianificazione dello sprint

Prima dell’inizio di ogni sprint, gli stakeholder devono tenere una riunione di pianificazione dello sprint per determinare cosa sarà realizzato da ciascuna persona durante quello sprint, come sarà raggiunto e valutare il carico di lavoro. È importante condividere il carico in modo uniforme tra i membri del team in modo che possano svolgere le attività assegnate durante lo sprint.

5. Stand-up quotidiani

Per aiutare il team a svolgere i propri compiti per ogni sprint e capire se è necessario apportare modifiche è opportuno organizzare brevi riunioni quotidiane in piedi della durata di massimo 15 minuti. Durante questi incontri di breve durata, tenuti in piedi proprio per agevolare la sintesi e la brevità, ogni membro del team parlerà di ciò che ha realizzato il giorno prima e di ciò che lavorerà quel giorno.

6. Sprint review e retrospettiva 

Alla fine di ogni sprint, il team terrà due riunioni:

  • la prima per una revisione dello sprint con gli stakeholder del progetto per mostrare loro il prodotto finito. Questa può essere fatta di persona o in videoconferenza per consentire a entrambi i gruppi di costruire una relazione e discutere i problemi del prodotto che si presentano
  • la seconda per una retrospettiva sullo sprint con i gli stakeholder. In questa si discuterà ciò è andato bene durante lo sprint, cosa avrebbe potuto essere migliore, se il carico di lavoro era adeguato per ogni membro e cosa è stato realizzato durante lo sprint.

Passare alla gestione agile dei progetti

Ecco una descrizione breve delle caratteristiche principali del Project Management per i progetti collaborativi in chiave Agile.

I progetti Agile stanno prendendo piede sempre di più nel panorama internazionale e nazionale ed è più che mai necessario conoscere come si sviluppano.

Se hai intenzione di intraprendere un progetto aziendale ti consigliamo di lavorare in team utilizzando il metodo Agile per portare a termine il lavoro con più efficacia e per ottimizzare i flussi di lavoro.

Queste che abbiamo elencato sono le basi per una collaborazione in team per lo sviluppo di un progetto utilizzando il metodo Agile.

Noi di Flyip ci occupiamo da anni della gestione di progetti e siamo certificati Agile. Se vuoi sviluppare il tuo progetto assicurandoti un miglior risultato affidati a dei professionisti qualificati.

Contattaci

Condividi questo articolo!

Imprese e startup: i vantaggi della Open Innovation
Microsoft exchange: la posta elettronica per la tua impresa
Menu